Mr Grey è bello, ricco, misterioso e sexy ed è il protagonista della trilogia “Cinquanta sfumature”. Ha soltanto un problemino: non esiste. E il Gigio? Il Gigio esiste eccome. Laddove il Grey conversa garbatamente, il Gigio snocciola l’intero alfabeto ruttando. Quando Mr Grey assume il comando, il Gigio impugna il telecomando. Gigio, insomma, è il nostro compagno-marito-amante, quello meno fascinoso, ma molto più divertente, per almeno cinquanta motivi raccontati in questo esilarante libro. Così, se dopo aver letto tutto d’un fiato la trilogia d E. L. James vi siete chieste chi sia quell’esemplare di maschio che russa al vostro fianco, questo è il libro giusto per scoprirlo e, soprattutto, per riderci su. Una simpatica parodia divisa per capitoli che va a paragonare il “perfetto” ed inesistente Mr. Grey col nostro imperfettissimo ma reale Mr. Gigio. Come in “Cinquanta sbavature di Gigio” viene preso in giro il rapporto di una comune coppia di coniugi confrontandolo con Mr.Grey-Anastasia, e deridendo in particolare la figura del Gigio, in “Cinquanta smagliature di Gina” si parla della donna media, ironizzando sui suoi vizi, paranoie e caratteristiche. Si tratta di letture divertenti, molto leggere e scorrevoli, ovviamente ironiche perché sfruttano pienamente i luoghi comuni su entrambi i soggetti, a volte portandoli ad esasperarli in modo così esagerato che i soggetti più permalosi potrebbero non trovare più così divertente.
Laura Di Flaviano