Romanzo di non semplice digestione. Mi permetto di dire che non è sicuramente un libro per tutti. Dissacrante, per certi versi blasfemo, ricco di imprecazioni e scene violente potrebbe offendere la fede religiosa di alcuni lettori o urtare la sensibilità di altri. Io stessa in più momenti non mi sono sentita a mio agio. La storia inizia con Dio che rientra da una vacanza di qualche centinaio di anni e viene aggiornato sulle condizioni della Terra. Dopo aver realizzato che la situazione è davvero grave (spaziamo da isole di rifiuti nel pacifico, violenze perpetrate contro le donne da parte dei talebani, scandali legati alla pedofilia in Vaticano, alle proteste violente di antiabortisti) Dio deve prendere una decisione molto difficile. Ricominciare tutto da capo come dopo l’arca di Noè o rimandare Gesù sulla terra a rinfrescare la memoria agli uomini sull’unico vero comandamento: fate i bravi! Immaginatevi ora un Gesù moderno ai giorni nostri. Il libro è una specie di versione moderna e riadattata del Vangelo intervallata da momenti che strappano un sorriso, da altri che fanno ridere, ad altri ancora che fanno piangere ed indignare. Se avete una mente abbastanza aperta ed elastica da riuscire a soprassedere allo stile dissacrante, trovo che questa lettura possa aiutarvi a trovare una valanga di spunti di riflessione.

Laura Di Flaviano