Canzone dell’amore perduto

Ricordi sbocciavan le viole
con le nostre parole
“Non ci lasceremo mai, mai e poi mai”,

vorrei dirti ora le stesse cose
ma come fan presto, amore, ad appassire le rose
così per noi

l’amore che strappa i capelli è perduto ormai,
non resta che qualche svogliata carezza
e un po’ di tenerezza.

E quando ti troverai in mano
quei fiori appassiti al sole
di un aprile ormai lontano,
li rimpiangerai

ma sarà la prima che incontri per strada
che tu coprirai d’oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo.

E sarà la prima che incontri per strada
che tu coprirai d’oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo.

“Fabrizio De André” Fabrizio Cristiano De André, noto come Fabrizio De André (Genova, 18 febbraio 1940 – Milano, 11 gennaio 1999), è stato un cantautore italiano, viene riconosciuto come uno dei cantautori italiani più importanti di sempre. De André scrisse i suoi maggior testi su persone ai margini, con problemi sociali, prostitute, povertà, ribelli. Collaborò con grandi cantautore come:  Elvio Monti, Gian Piero Reverberi, i New Trolls, Mina, Nicola Piovani, Giuseppe Bentivoglio, la Premiata Forneria Marconi, i Tazenda, Ivano Fossati, Mauro Pagani, Massimo Bubola, Álvaro Mutis, Fernanda Pivano e Francesco De Gregori.  Il 18 febbraio del 1940 nasceva a Genova, Fabrizio De André. L’11 gennaio del 1999 moriva a Milano, Fabrizio De André a causa di un carcinoma polmonare, che lo colpì già nel 1998. Il 27 agosto del 1979 la coppia di sposi Dori Ghezzi e Fabrizio De André fu vittima di un rapimento in Sardegna, furono liberati sotto il  riscatto, di circa 550 milioni di lire.