La protagonista del romanzo è Nagore, una giovane ragazza che, nonostante non abbia alcuna esperienza come cameriera, viene assunta al Neko Cafe’, una caffetteria di nuova apertura a Barcellona con all’interno dei gatti che si possono anche adottare. Il problema principale di Nagore è quello di essere affetta da ailurofobia, cioè dalla paura dei gatti, ed infatti accetta la sua nuova mansione esclusivamente perché la sua situazione e finanziaria è tragica e non ha altre alternative valide. Nonostante ciò, pian piano inizia ad accettare la presenza felina all’interno del bar e della sua vita, tanto che i sette gatti presenti si trasformano in sette maestri di vita che le insegneranno la positività, la concentrazione e la capacità di raggiungere un certo equilibrio mentale. Un romanzo leggero, simpatico, piacevole e senza troppe aspettative. La narrazione è lineare, immediata, a volte forse un po’ scontata, ma il racconto si legge con piacere, con il sorriso sulle labbra. È ovvio il lieto fine, anche perché è ciò che il lettore si aspetta leggendo il romanzo, non potendo accettare un finale diverso. Consigliato a chi ama le vicende a lieto fine e ha una certa affinità con i gatti.

recensione di Andrea Maino

Edizione Giunti

Anno 2020

Pagine 147

Prezzo 14 euro