Boldini è un antiaccademico, ma è anche un pittore classico. Il segno, la pennellata veloce non sono una fuga ma una condizione più viva della pittura, un modo per fermare ciò che è instabile, lasciandolo tale. (Vittorio Sgarbi su Giovanni Boldini)

Giovanni Boldini (Ferrara, 31 dicembre 1842 – Parigi, 11 gennaio 1931) è stato un pittore italiano, grande ritrattista (soprattutto femminili). Viene riconosciuto come uno dei pittori più importanti dell’800 e i primi 900, apprezzato ancora oggi in tutto il mondo per il suo stile di pittura che affianca vari stili, che passa attraverso il simbolismo, l’impressionismo e anche esperienze macchiaiole.  Fu un grande personaggio della ville lumière, frequentando vari luoghi con vari artisti dell’epoca soprattutto  al Café de la Nouvelle Athènes, dove strinse amicizia con Edgar Degas. Il 31 dicembre del 1842 nasceva a Ferrara, Giovanni Boldini, era l’ottavo figlio di Benvenuta Caleffi ed Antonio Boldini. L’11 gennaio del 1931 moriva a Parigi, Giovanni Boldini, a quasi 90anni sposò Emiliana Cardona.

Alcuni dipinti di Boldini: