Romanzo nato dopo un viaggio dell’autore in Tunisia, basato su fonti storiche ma che appare al lettore come un racconto epico più che storico, suggestivo, maestoso, cruento e appassionato. Le battaglie, le magnifiche e suggestive descrizioni di Cartagine, il racconto della passione tra Salammbô e Mâtho, il racconto del decadimento di un impero, fede e riti, credenze e superstizioni, tutto questo si trova intrecciato in questo romanzo mirabolante. Un classico che mi ha positivamente sorpresa.

Paola Caponigro