Il flemmatico Poirot riceve la visita di una giovane donna che, in modo abbastanza confuso, chiede il suo aiuto perché teme di essere un’assassina. Poi, però, scappa via in fretta e furia, dichiarando ad un attonito Poirot che è troppo vecchio per riuscire a fare qualcosa per lei. Ma i casi fortuiti della vita rimettono tutto in discussione e Poirot dovrà darsi un bel da fare per riuscire a decifrare una situazione enigmatica, in cui manca perfino il morto! Un giallo parecchio intricato, nel quale emergono personaggi bizzarri, ben caratterizzati che, spesso, hanno atteggiamenti talmente divertenti, da strappare un sorriso anche al lettore più serioso. È un romanzo breve, ambientato nella Londra dei primi del Novecento, che quindi ci riporta indietro nel tempo e ci mette di fronte a tecniche investigative tradizionali, nelle quali l’intuito e il ragionamento sono le doti essenziali. Unico appunto al romanzo è la virata un po’ forzata verso il “rosa”, che, secondo il mio parere, fa da nota stonata alla vicenda nel suo insieme.

recensione di Anto Spanò

Editore: Mondadori
Collana: Oscar gialli
Edizione: 29
Anno edizione: 2019
Formato: Tascabile
In commercio dal: 4 giugno 2019
Pagine: 304 p.
  • EAN: 9788804716327