Questo libro nasce dall’incontro con gli ospiti delle case di accoglienza della provincia di Imperia, trentadue dei quali hanno deciso di dare un volto e voce ai “migranti”, per raccontare in modo semplice e diretto come ogni migrante sia un uomo con le proprie paure e i propri sogni.Storie semplici per ricordare che quando parliamo di migranti parliamo di persone con la propria dignità, il proprio passato, ognuno diverso, ognuno degno di essere ascoltato. Attraverso queste fotografie e questi racconti a fumetti si da voce e volto anche a chi non ha avuto la fortuna di approdare sulle nostre coste perché annegato o perché ucciso in patria. Un’idea originale e fresca,per proporre un tema così delicato anche ai più giovani, in modo leggero ed ironico.

Paola Caponigro